Intervista AUTORE dal Connie Furnari Official web site

 

Connie Furnari banner summer

 INTERVISTA STANDARD A

VALERIA MARASCO

1.Ciao e benvenuto sul mio blog; ci parli un po’ di te, non come autore ma come persona?

Ciao a tutti! Mi chiamo Valeria e prima di essere una scrittrice, cantante lirica, grafica pubblicitaria e quant’altro…
sono una sognatrice! Non credo che al giorno d’oggi ne siano rimasti molti in giro, ma sono contenta di appartenere ancora alla categoria di chi ama vivere e fare sempre nuove esperienze cercando di non perdere mai il sorriso.
Amo leggere, posso affermare con certezza di avere una vera e propria dipendenza e ne vado fiera!
Mi piace viaggiare, conoscere gente e fare esperienze, adoro l’adrenalina che fa vibrare il mio corpo prima di mettere piede sul palco di un teatro.
Potrei elencarvi mille altre cose che mi appassionano… ma la cosa importante è proprio questa: amo e vivo di passioni, sempre.
Sono spesso lunatica e a volte mi manca un po’ di realismo, per fortuna ci pensa il mio compagno a compensare questa mia mancanza! Sono tremendamente curiosa e avida di informazioni e a volte mi succede di cominciare tante attività e non riuscire a portarle a termine perché sono già distratta da
altro.
Credo, però, in quello che faccio e nonostante la mia eccessiva impulsività non mi sono mai pentita delle mie scelte di vita.

2. Quando e come è nata la tua passione per la scrittura?

La mia passione per la scrittura nasce all’età di dodici anni. Scrivevo romanzi brevi, ma non l’ho mai coltivata veramente fino a l’anno scorso, quando è nato Nei tuoi occhi, il mio primo romanzo.
Non so cosa mi abbia spinto a concretizzare questa mia passione sopita, credo sia stato quando due anni fa mi è stato regalato un ereader e ho scoperto il mondo degli ebook. Da allora ho letto più di 170 romanzi che mi hanno profondamente ispirato e aperto la strada alla scrittura.

3. Oltre alla scrittura, quali sono i tuoi interessi?

La lettura in primis. Non sono capace di abbandonare il mio ereader per più di due giorni. Poi c’è la musica. Sono una cantante lirica e per me la musica è tutto e non potrei mai rinunciarci.

4. I tuoi libri e autori preferiti?

L’autore del mio cuore è Paulo Coelho. “Il cammino di Santiago” ha un significato molto importante per me e rimarrà sempre al primo posto. Detto ciò, i miei gusti negli anni sono cambiati e ora leggo molti romanzi rosa. Le mie autrici preferiti sono Kristan Higgins, Julie James, Jill Shalvis e di recente si è aggiunta alla lista Jojo Moyes.

5. Come è nata l’idea per il tuo romanzo?

Non c’è stato un elemento o una situazione determinante. Dopo il mio primo romanzo sapevo che dovevo continuare…era nell’aria. Mi sentivo elettrica e le mie mani avevano il bisogno impellente di posarsi su di una tastiera, poi tutto è venuto da sé.

6. A cosa ti sei ispirato per descrivere i tuoi personaggi? C’è qualcuno di loro che ti rispecchia più degli altri, o al quale ti senti più legato? Perché?

I miei personaggi hanno mille sfaccettature e tantissime contraddizioni. Mi piace pensare che siano “umani” e quindi hanno il sacrosanto diritto e dovere di sbagliare, di rimangiarsi la parola, di ferire qualcuno per poi pentirsi. A chi sono ispirati? A tutti e a nessuno. A volte, mentre aspetto di fare lezione, vedo una ragazza chiacchierare con un’amica e ridere, noto il suo modo di gesticolare oppure il suo sguardo.
Questa è la mia ispirazione. Le persone. chiunque mi capiti a tiro al momento giusto.
Mi rispecchio in ogni mio personaggio femminile, ognuna di loro ha dentro un pezzetto di me e quindi le amo tutte, dalla prima all’ultima.

7. Qual è il messaggio che hai voluto lasciare ai lettori?

Solo un Attimo parla del destino, di quanto a volte sarebbe il caso di smettere di riflettere e lasciarsi guidare dai sentimenti e magari dalla persona che il fato ha messo sulla tua strada in un giorno qualsiasi.
Credo sia importante vivere a pieno e condividere tutto quello che abbiamo dentro con qualcuno, perché tutti noi abbiamo tanto da dare e un estremo bisogno di ricevere. Sempre.

8. Puoi descrivere brevemente il tuo percorso di autore e le tue esperienze?

Scrivere il mio primo romanzo Nei tuoi occhi, non è stato facile. È stato un romanzo travagliato ma mi ha aiutato tantissimo. L’anno scorso ho vissuto un periodo di incertezza su me stessa e sulla vita. Le così dette “domande esistenziali” ogni tanto colpiscono anche quelli come me che cercano sempre di pensare positivo.
Scrivere mi ha aiutato a mettere nero su bianco tutto quello che avevo dentro e la soddisfazione che ne ho tratta è stata inebriante.
Solo un Attimo è stato più veloce, più scorrevole. Ho buttato giù la storia in soli due mesi e ho vissuto il periodo di creazione con leggerezza e positività.
Ho lasciato che i due protagonisti, Sarah e Christian, vivessero e si esprimessero al massimo. Si, perché sostengo che siano i miei personaggi a suggerirmi la loro reazione ad un particolare evento, sono loro a dirmi come reagiranno e cosa penseranno.
Durante la stesura di Solo un Attimo mi sono spessissimo confrontata con la mia migliore amica e quando le ho descritto una particolare scena che avevo in mente, mi ha chiesto:
“Come reagirà Sarah?”
io le ho risposto:
“Non lo so, ancora non me l’ha detto”.

9. Cosa ne pensi del panorama letterario odierno? Cosa vorresti dire agli autori esordienti che non hanno ancora pubblicato?

Il panorama letterario di oggi è vastissimo e trovo che ce ne sia davvero per tutti i gusti.
Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di lavorare con una casa editrice (cosa che spero possa accadere presto), quindi forse la mia esperienza è ancora limitata. Il mio suggerimento agli autori esordienti è: scrivete di voi, sempre! Mettete tutto quello che siete nei vostri romanzi e siate convinti di voi stessi, perché solo così i vostri personaggi potranno essere reali.

10. Quali sono i tuoi progetti futuri? Qualche anticipazione sulle tue pubblicazioni?

Solo un Attimo avrà un seguito composto da altri due volumi, poiché non amo molto protrarre “ad ogni costo” un unica storia d’amore per tre romanzi, ho suddiviso le storie.
Il tema ricorrente della trilogia “Qualcosa è cambiato” sarà sempre il destino, ma il secondo volume vedrà come protagonista Lisa Marcone, una delle due migliori amiche di Sarah (la protagonista di “Solo un Attimo”) nonché la più rigida e rigorosa delle tre. Il terzo volume sarà invece incentrato su Jenny, la più ribelle e scanzonata.

Grazie per essere stata qui, Valeria!

 

Connie Furnari Official Web Site

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...